Centro commerciale chiuso, il parcheggio è senza ascensori

I proprietari della struttura li hanno disattivati: dura polemica dai sostenitori di Londei

POLEMICA a Urbino per gli ascensori inaccessibili al parcheggio di Santa Lucia in occasione delle festività. Gli ascensori non erano fruibili perché l’azienda proprietaria del Centro commerciale ha deciso di chiudere al pubblico e per motivi di sicurezza ha reso inoperativi gli ascensori. Quelli alternativi – che servono solo per il parcheggio – come noto sono ancora disattivati per una complessa questione di autorizzazioni e permessi al momento bloccati. A scatenare la polemica è il gruppo “Prospettiva Urbino” e “Nel bene comune”, che sostengono il candidato sindaco Giorgio Londei. Secondo i due gruppi politici «per le vacanze di Pasqua e Pasquetta a Urbino è andato in scena il peggio della
disorganizzazione e dell’inadeguatezza della città: dopo aver impacchettato il Monumento a Raffaello per restauri che potevano essere attivati a maggio (o meglio ancora a ottobre) mentre alle 11 di Pasquetta la città era ancora semivuota a mezzogiorno andava in scena il peggio: il parcheggio del Mercatale si riempiva, i turisti venivano dirottati al parcheggio di Santa Lucia ancora semivuoto, ma i disgraziati si sono ritrovati intrappolati tra un ascensore bloccato con il cartello “guasto, servirsi dell’altro ascensore” per poi attraversare tutto il parcheggio e ritrovarsi bloccato anche l’ascensore al quale erano stati indirizzati. Unica uscita: 120 scalini dell’uscita».
Centro commerciale chiuso, il parcheggio è senza ascensori
Torna su