Programma: Territorio & Collegamenti

TERRITORIO & COLLEGAMENTI

Ciò che rende Urbino unica nel mondo è l’armonia di una città che si protende verso il  suo territorio. Urbino non è soltanto il profilo dei Torricini, è paesaggio, è compenetrazione tra la città e il territorio che la abbraccia. Un unico organismo, in cui ogni tassello ha pari importanza e dignità degli altri.
L’impostazione che fin da subito abbiamo dato alla nostra proposta ai cittadini è quella di aprirsi all’altro, senza barriere, senza divisioni o distinzioni, ma animati dalla volontà di riscoprire il piacere dello stare insieme, della condivisione e della partecipazione.

Proprio per questo motivo il nostro programma per la città non presenta una voce specifica sui quartieri. Troverete proposte relative al territorio in ogni sezione del programma, perché i quartieri sono Urbino e Urbino è i suoi quartieri.
Ecco perché all’ingresso in di ogni quartiere installeremo cartelli di benvenuto in quelle che definiremo le Porte della città, da Canavaccio, la Porta di meridione, fino a Trasanni, la Porta nord, per accogliere chi viene a visitare Urbino e il suo territorio: un’unica grande realtà.

I collegamenti efficienti sono un elemento imprescindibile per la vita di una città. Un Comune della vastità territoriale come quello di Urbino deve avere un’adeguata rete stradale e di trasporti. Sono innanzitutto da potenziare i collegamenti domenicali tra il centro e i quartieri.
Ci attiveremo inoltre affinché la città venga dotata di pulmini elettrici, così da ridurre le emissioni di CO2.

Tra i nostri principali obiettivi abbiamo la realizzazione del Lotto 10 del tratto di superstrada Canavaccio-Bivio Borzaga della Fano-Grosseto, da troppo tempo discusso e mai ultimato.
È inoltre necessario ammodernare il tratto stradale Urbino-Pesaro e quello di Urbino-Schieti, per rendere più veloci e scorrevoli i collegamenti tra Urbino e la Valle del Foglia.

Come stabilito dalla Legge 9 agosto 2017, n. 128 all’articolo 2 comma 2 (punto t), è previsto il reimpiego della linea in disuso del tratto Fano-Urbino come ferrovia turistica. È pertanto nostro obiettivo inderogabile far applicare questa legge per rivitalizzare il settore turistico e migliorare i collegamenti. È inoltre nostro proposito impegnarci per stabilire il futuro collegamento ferroviario con Fabriano.
Infine proponiamo la realizzazione della metropolitana di superficie, come da progetto dell’architetto De Carlo, che colleghi Fano-Urbino-Pesaro tramite la Valle del Foglia.

Ben consapevoli delle difficoltà che si possono incontrare lungo il cammino verso obiettivi di questa portata, siamo convinti che soltanto con il giusto peso politico, con risoluto impegno e serietà si possano raggiungere traguardi importanti per la città.

DRITTI AL PUNTO:

  • installazione di cartelli di benvenuto alle porte della città
  • potenziamento dei collegamenti domenicali tra il centro e i quartieri
  • dotazione di pulmini elettrici
  • realizzazione del tratto di superstrada Canavaccio-Bivio Borzaga della Fano-Grosseto
  • ammodernamento dei tratti stradali Urbino-Pesaro e Urbino-Schieti
  • applicazione della nuova legge per le ferrovie turistiche Fano-Urbino
  • futuro collegamento con Fabriano
  • progettazione della metropolitana di superficie
Torna su